Bando di concorso “Scoprire il Medioevo” 2018

BANDO DI CONCORSO - SCOPRIRE IL MEDIOEVO

Federico II e il suo tempo”

Premessa

Il tema della Festa Medievale 2018  “Li affanni” prevede delle aree intervento particolari : le guerre, le carestie, le pandemie, i reietti e gli emarginati che erano in una condizione di continua emarginazione sociale. Giullari e teatranti insieme ad altre categorie di persone venivano additate come persone in “odor di demonio”e dovevano essere riconoscibili in vari modi, come altre etnie venivano rinchiuse in ghetti. Il rifugio nella fede è un altro aspetto di quel periodo nel quale si gettano le basi per la nascita di molti movimenti di culto, di predicatori e di ordini dediti alla povertà.

Destinatari

 La partecipazione è riservata agli alunni di tute le scuole  dell’obbligo ,Primaria, Secondaria di Primo e Secondo Grado, fatta eccezione dei corsi universitari. Potranno essere presentati soltanto lavori individuali (frutto dell’elaborazione di un singolo alunno)  

Oggetto

Lelaborato deve rientrare nelle aree tematiche indicate in premessa di carattere storico legate a  Federico II e riferite al territorio regionale. Tale elaborato potrà prendere in considerazione vari aspetti della realtà locale i reperti storici, l’arte, gli usi, i costumi, le tradizioni .

Finalità

Far emergere la microstoria del territorio regionale che ha visto come protagonista l’imperatore. Favorire lo scambio interculturale tra le giovani generazioni. Conoscere il  territorio regionale di appartenenza e valorizzarlo anche ai fini della promozione turistica.

Tipologia degli elaborati

I partecipanti potranno scegliere a loro discrezione la tipologia più congeniale all'età ed al tipo di istituzione scolastica frequentata (elaborati scritti, prosa, poesia, grafici , pittorici).  I testi scritti  (poetici e non) dovranno essere contenuti massimo in due pagine formato A 4, su Word, carattere Times New Roman , grandezza  12), gli elaborati grafici, invece, devono essere realizzati su foglio di album da disegno (dimensioni cm. 24x33).

Modalità e termini della presentazione 

La partecipazione al concorso è gratuita. Il materiale  resterà in possesso della Fortis Murgia che potrà utilizzarlo per mostre e pubblicazioni a stampa, (atti della Festa Medievale), video e web.

I dirigenti scolastici dovranno inviare i lavori   entro il 30.03.2018  (farà fede la data del timbro postale), accompagnati ciascuno dalla scheda tecnica (allegata in calce), non  compilata a mano, al seguente indirizzo: FEDERICUS - Festa Medievale, Via San Martino, n.30. 

Ogni istituzione scolastica selezionerà al suo interno con propria commissione n. 5 lavori individuali, “originali e inediti” da inviare successivamente alla Fortis Murgia  che nominerà  una  commissione esaminatrice composta da tre componenti la quale  valuterà i lavori pervenuti ed individuerà i vincitori per ogni ordine di scuola, primo, secondo e terzo posto tra i vari tipi di elaborati pervenuti senza distinguerli per tipologia e a suo giudizio insindacabile.

Le istituzioni scolastiche vincitrici (primo, secondo e terzo premio) riceveranno una Formella celebrativa della Festa Medievale.

Premiazione

 La giornata della premiazione avverrà durante la Festa Medievale e la data sarà comunicata preventivamente ai Dirigenti Scolastici.

 Modalità di consegna e spedizione degli elaborati 

Gli elaborati devono essere inseriti singolarmente in buste chiuse e anonime, contrassegnate  nella parte anteriore (dal timbro della scuola) e  ciascuna da un numero da 1 a 5  a cui corrisponderà il nome dell’autore indicato nella scheda d’iscrizione, contenuto in altra busta chiusa, riportante lo stesso numero. Il tutto, cinque buste con i singoli elaborati anonimi e cinque buste con i dati del candidato devono essere  inserite all'interno di un plico vidimato  da parte del dirigente scolastico, in modo tale da garantire l’anonimato, e deve essere consegnato entro il 30 Marzo  2018.

                                                                                                                                        Il Presidente

                                                                                                                                      Carlo Camicia

Scroll to top